Loading…
You are here:  Home  >  Eventi & Cultura  >  Castelli  >  Current Article

Castello Centurione Caracciolo Sammichele di Bari

Scritto da   /   aprile 24, 2012 10:10 pm  /   Commenti disabilitati su Castello Centurione Caracciolo Sammichele di Bari

Di Valentino Privitera

Fu costruito durante il periodo normanno per assolvere funzioni di controllo e difesa. Già conosciuto agli inizi del Cinquecento, tra il XVI ed il XVIII secolo fu al centro di numerose vicende che ne determinarono il cambio di signorie: nel ‘500 fu in mano al banchiere genovese Heronimo Centurione, nel 1606 all’ebreo portoghese Michele Vaaz, il quale chiamò il paese “San Michele”; nel 1675 al barone Antonio De Ponte. I duchi Caracciolo ne presero possesso nel 1797 per poi affidarne i lavori di restauro nella seconda metà dell’Ottocento all’architetto Amenduni. Ciò comportò un sostanziale sconvolgimento dell’aspetto originario dell’ edificio, al quale vennero aggiunte le torri merlate, venne rifatta la facciata in bugnato con i tre portoni e le bifore a primo piano al posto di altrettante finestre. Il castello, così come appare oggi, ha dunque un impianto quadrato e torri sporgenti, a base scoscesa e caratterizzate da merli e strette aperture verticali. Esso presenta nove ambienti al piano terra coperti da volte a crociera, ed altrettanti locali al primo piano. I Caracciolo ne rimasero in possesso sino a pochi anni fa, per poi cederlo al comune. Dal 1974 il castello è sede del Museo etnologico della Civiltà Contadina “Dino Bianco”.

Pubblicità

    Print       Email
  • Publicato: 7 anni fa il aprile 24, 2012 10:10 pm
  • Da:
  • Ultima modifica: aprile 24, 2012 @ 10:10 pm
  • Categoria: Castelli, Featured

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it