Loading…
You are here:  Home  >  Featured  >  Current Article

Le zecche questi fastidiosi parassiti

Scritto da   /   maggio 2, 2012 3:16 pm  /   Commenti disabilitati su Le zecche questi fastidiosi parassiti

Di Roberto Russo

Ebbene sì, la primavera finalmente è arrivata e insieme alla stagione calda arrivano anche dei potenziali nemici per i nostri amici pelosi   e per l’uomo. Di chi stiamo parlando? Dei parassiti ovviamente, in particolare delle zecche. Come riconosciamo le zecche e come preveniamo la loro infestazione? Innanzitutto dobbiamo sapere dove si attaccano. Le zecche si attaccano con il loro apparato buccale soprattutto sulle orecchie, sul collo, sulle zampe e tra le dita del cane e del gatto. Esistono due tipi di zecche, uno molto piccolo violaceo poco frequente e l’altro molto più diffuso di colore marroncino-nero o grigio a seconda del loro genere maschile o femminile. Sono dotate di otto piccole zampe e di un apparato buccale attraverso il quale succhiano il sangue e si gonfiano aumentando le loro dimensioni e arrivando anche a un centimetro di grandezza. Come dobbiamo comportarci? E se troviamo una zecca sul nostro amico a quattro zampe? Innanzitutto è buona regola spazzolare regolarmente il cane e il gatto dopo una passeggiata, e passare la mano sul corpo dell’animale contropelo per ricercare eventuali sporgenze, noduli e qualsiasi altra sensazione di solido sotto il pelo. Se ci troviamo di fronte a una zecca la prima cosa da evitare è usare prodotti casalinghi come alcol, olio e cose simili. E’ vero che utilizzando questi prodotti si potrebbe staccare la zecca, ma prima di far ciò la zecca rilascerà nel corpo dell’animale delle sostanze tossiche. Il comportamento corretto da tenere è molto più semplice. Con una pinzetta ci avvicineremo il più possibile alla pelle del cane e afferreremo la zecca, dopo di che effettueremo una manovra rotatoria e delicata facendo attenzione a non danneggiare l’apparato buccale della zecca e allo stesso tempo tirarla fuori. Dopo che l’avremo tirata fuori il metodo migliore per eliminarla è bruciarla con un accendino. La puntura sulla pelle del cane va trattata poi con una pomata antibiotica. Per quanto riguarda la prevenzione del cane e del gatto dall’attacco dei parassiti esistono prodotti specifici che possono essere sotto forma di pipette spot-on oppure collari o spray.

 

Pubblicità

    Print       Email

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it