Loading…
You are here:  Home  >  Featured  >  Current Article

Padre David Maria Turoldo e quel suo essere a somiglianza di Dio

Scritto da   /   ottobre 27, 2012 7:35 pm  /   Commenti disabilitati su Padre David Maria Turoldo e quel suo essere a somiglianza di Dio

Di Ester Lucchese

Non occorre ostinarsi a voler spiegare ciò che le facoltà umane non sono in grado di spiegare. Per cercare di rimanere ancorati al presente si fa appello alla ragione la sola  in grado di accompagnare la propria mente nei sentieri di un vissuto che è stato e deve essere esperito. Molti scienziati cristiani, sostenitori della  teoria evoluzionistica, sono a favore di un armonioso accordo fra scienza e fede. Di fronte alla straordinarietà di spiegare l’origine dell’universo anche la scienza ha ammesso di trovarsi davanti ad un mistero. La percezione del mistero rappresenta dunque un’apertura che attraversa l’esperienza del limite, suparandola non con gli strumenti della conoscenza scientifica, ma mediante una conoscenza che la trascende, sostanzialmente di tipo estetico, contemplativo o mistico. Il mistero di cui parlano a volte gli scienziati pare assumere i caratteri di un’apertura dall’interno della scienza verso qualcosa che trascende la scienza stessa. Non basta, dunque, soltanto la ragione occorre la fede come quella  di Padre David  Maria Turoldo il quale ha esplorato il magnifico universo dell’esistenza terrena mostrandosi ed essendo  un testimone eccelso dell’Ordine cattolico OSM in qualità di  frate dei  Servi di Maria. Dirà in anni più recenti Benedetto XVI  che bisogna  riscoprire la razionalità umana aperta alla luce del Logos divino. Quando la fede è autentica non mortifica libertà e ragione umana. Fede e ragione se si incontrano e dialogano possono esprimersi al meglio.   La ragione è costitutiva del pensare credente e del sapere teologico. Il rapporto fede-ragione è una particolare forma del più grande rapporto natura-grazia che a sua volta illumina il trinomio verità-libertà-amore.Il friulano poeta di Dio era stato vicino ai laici e divenne un fervido sostenitore della trasformazione postconciliare della Chiesa. Pochi mesi prima di lasciare questo mondo con estrema lucidità diede vita ad un saggio, opera in prosa ed in versi, intitolato “ Il dramma è Dio”che lo aiutò a riscoprire” la Meraviglia come unico atto in grado di salvare perché  è un varco verso la Sostanza”. La Parola, segno della presenza di Dio nella stessa storia, entra in lui docilmente perché è aperta ed è in ascolto la “ conchiglia del proprio cuore”. In Dio che è sorgente confluisce il fiume della letteratura e della scienza religiosa dei millenni e a Dio tutto risale.. Tutto costituisce un evento culturale, considerando che l’uomo è ciò che pensa. La Cultura  rappresenta il sostrato spirituale in cui è presente sia la dimensione della fede che della ragione. Una fede che rinuncia alla razionalità perde uno dei suoi requisiti fondamentali, la fede protegge l’amore per la sapienza, cioè la filosofia, contro la pretesa totalizzante della gnosi. Anche la fede non può bastare a se stessa altrimenti si sfocerebbe nel fanatismo. Sostiene Padre D.M. Turoldo che noi esseri umani siamo il dramma di Dio per il fatto di essere Dio. La creatura umana forgiata è infatti un’autentica Sua proiezione. Il cammino quotidiano dell’uomo risulta alquanto impegnativo per il fatto che bisogna responsabilmente essere liberi. Bisogna prestare attenzione all’essenziale, rinunciando a possedere, in questo modo è possibile sperimentare il senso di libertà. Il suo animo  voglioso di lodare e di colloquiare con Dio lo spinge a dare voce a ciò che nasce dentro di sé: un progetto di uomo. Padre David Maria Turoldo vuole essere” un segno mai visto/ ipostasi del non visto prima/ goccia consapevole o perla della notte/ il lucente attimo di Iddio/ che per lui solamente/ così si riveli e comunichi.  Il sigillo divino, impresso in ogni creatura, è il distintivo che rivela  l’incommensurabile nel delimitato universo umano. La consapevolezza di essere ci pone nella condizione di protendere verso ciò che ci trascende e che ci somiglia. Noi siamo la prova tangibile dell’esistenza di Dio, creatore dell’universo, grazie a quell’atto eterno della Sua volontà.

> > > METTI UN “MI PIACE” ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA DI FACEBOOK! >>>

Pubblicità

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SULLA TUA PAGINA DI FACEBOOK >>>>>>>>

    Print       Email
  • Publicato: 8 anni fa il ottobre 27, 2012 7:35 pm
  • Da:
  • Ultima modifica: ottobre 28, 2012 @ 12:01 pm
  • Categoria: Featured

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it