Loading…
You are here:  Home  >  varie  >  Quattro Zampe  >  Current Article

Pit bull e Rotweiler RAZZE PERICOLOSE

Scritto da   /   gennaio 11, 2012 6:12 pm  /   Commenti disabilitati su Pit bull e Rotweiler RAZZE PERICOLOSE

Di  Maria Vestito 

Sul precedente articolo di Armonia ho letto un importante articolo sulle “razze pericolose” come pit bull o rotweiler. Un plauso e tanti complimenti all’autrice che sostiene e spiega in modo chiaro e semplice le caratteristiche di questi cani.Non sono gli animali ad essere pericolosi per l’uomo ma è sempre l’uomo l’unico pericolo per l’animale. Quel secondo maggiore elemento (70%) che determina l’aggressività, in pratica l’ambiente, è la parte fondamentale e principale per ogni cane, per tutte le razze anche per quella umana. Non sono gli animali ad essere pericolosi ma è l’uomo a cambiare le caratteristiche genetiche di questi cani attraverso forzati e violenti atteggiamenti da compromettere alcune volte il loro carattere e quindi spesso è difficile un recupero completo. Le forze dell’ordine sequestrano questi cani usati per i combattimenti e abbandonati. Se andiamo a visitare un canile, scopriamo che ce ne sono tanti e vivono concordemente con tutti gli altri cani e sono recuperabili. A volte è necessario per alcuni tenerli separati o chiusi, isolati perché maggiormente bisognosi di cure e di particolari attenzioni per un recupero quanto più possibile equilibrato. L’ideale cura sarebbe un sereno ambiente familiare e non solo per le “razze pericolose” ma per ogni cane. Diamoci una zampa! Offriamo un futuro sereno ai nostri amici a quattro zampe perché esso è sempre l’unico e il solo amico dell’uomo

    Print       Email
  • Publicato: 8 anni fa il gennaio 11, 2012 6:12 pm
  • Da:
  • Ultima modifica: maggio 22, 2012 @ 9:56 pm
  • Categoria: Quattro Zampe
  • Tags:

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it