Loading…
You are here:  Home  >  Featured  >  Current Article

Taranto – Processo ILVA udienza incidente probatorio sulla perizia epidemiologica

Scritto da   /   marzo 31, 2012 9:13 am  /   Commenti disabilitati su Taranto – Processo ILVA udienza incidente probatorio sulla perizia epidemiologica

Di Enzo Carrozzini

Ieri presso la Pprocura di Taranto gli esperti incaricati dal Gip Patrizia Todisco hanno illustrato i risultati dell’indagine epidemiologica svolta alfine di ricercare eventuali connessioni tra l’attività industriale dell’ Ilva e le cause di malattie e decessi avvenuti nel territorio nel periodo osservato. La fase di dibattimento iniziata in tarda mattinata è stata sospesa per riprendere nel pomeriggio. La giustizia incomincia a fare il suo corso. Il futuro di migliaia di famiglie tarantine dipende dalle decisioni non semplici che i magistrati assumeranno nel difficile intento di tutelare due diritti fondamentali costituzionalmente riconosciuti: il diritto alla salute e il diritto al lavoro. Migliaia di persone esasperate hanno osservato i propri cari ammalarsi e morire, altre non vogliono seguire la stessa fine e lottano affinché si possa ottenere la riconversione del gigante di ferro che insiste sulla città, di contro operai oberati dai pensieri di sostentamento per sé stessi e le proprie famiglie, temono che le sanzioni del processo, che vedono indagati i vertici dell’azienda per disastro colposo, possano determinare il sequestro dell’azienda e la perdita del lavoro.
Intanto dobbiamo lodare la dimostrazione di maturità fornita da sindacati ,lavoratori e associazioni ambientaliste che alfine di non fomentare gli animi hanno svolto manifestazioni in diverse parti della città. I lavoratori con un corteo in centro che ha toccato la rotonda , la prefettura e il municipio di Taranto. I cittadini studenti e ambientalisti nei pressi del tribunale, comunque presidiato dalle forze dell’ordine. C’ è da registrare che un indagine svolta dall’agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) fornisce dati con risultati peggiori di quelli della perizia epidemiologica e questo suscita interrogativi inquietanti ai fini dell’andamento del processo.
Il dibattimento segue alla richiesta di riesame dell’autorizzazione integrata ambientale che si è discussa mercoledì 28 a Roma presso il Ministero dell’Ambiente, con la quale Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto, chiedevano l’adeguamento alle migliori tecnologie di prevenzione e riduzione delle emissioni industriali dell’Ilva, proprio sulla base della perizia epidemiologica. Ma col riesame c’è il rischio che all’Ilva, alfine di potersi adeguare alle prescrizioni , possano essere concessi altri quattro anni dal rilascio dell’Aia, come prevede dalla direttiva Europea del 2010 in materia ambientale. L’assessore all’ambiente di Taranto , Sebastiano Romeo, ha chiesto di ridurre i tempi di adeguamento, motivando la contrazione temporale proprio per le straordinarie condizioni di emergenza ambientale e sanitaria in cui versa il territorio.

Pubblicità

    Print       Email
  • Publicato: 8 anni fa il marzo 31, 2012 9:13 am
  • Da:
  • Ultima modifica: marzo 31, 2012 @ 10:40 pm
  • Categoria: Featured, News

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it