Loading…
You are here:  Home  >  Eventi & Cultura  >  Danza News  >  Current Article

BALLETTO DEL SUD ALL’OPERA DI TIRANA

Scritto da   /   maggio 28, 2015 8:54 am  /   Commenti disabilitati su BALLETTO DEL SUD ALL’OPERA DI TIRANA

DI Eleonora Arnesano
Debutta il 5 giugno 2015 (con replica il 6) al teatro dell’Opera di Tirana il balletto in un atto dal titolo “FEDRA: l’ossessione del desiderio” con le coreografie dell’italiano Fredy Franzutti invitato dai primi ballerini del Teatro albanese Enada Hoxa e Gerd Vaso.
Lo spettacolo FEDRA è stato creato nel 2012 per il Balletto del Sud (compagnia che Franzutti dirige dal 1995) in occasione dei 150 anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio, infatti, lo spettacolo si ispira alla tragedia del drammaturgo, più che al prototesto di Euripide e utilizza musiche di Ildebrando Pizzetti – che compose un melodramma sullo stesso sogetto.
Le repliche a Tirana sono realizzate in coproduzione tra il Teatro dell’Opera albanese e il Balletto del Sud, con i suoi 10 danzatori, i costumi e gli allestimenti scenici.La realizzazione dello spettacolo, già annunciato come evento dalle TV di stato albanesi e da tutti i media nazionali, è voluta dal Ministero della Cultura albanese e da diversi sponsor e supporter.
Danzano nei ruoli principali: Enada Hoxa (Fedra), Gerd Vaso (Teseo). A fianco a loro i solisti del Balletto del Sud: Francesco Rovea (Ippolito), Nuria Salado Fusté (Afrodite), Francresca Bruno (Artemide), Federica Resta (la balia di Fedra), Monica Verì e Martina Minniti (le ancelle), Alessandro De Ceglia, Francesco Cafforio, Angelo Egarese e Lorenzo Bernardi (soldati e animali sacri di Artemide).
Già nella primavera del 2010 Fredy Franzutti e il Balletto del Sud sono stati ospiti del Teatro dell’Opera di Tirana dove, nei giorni 11, 13, 14 e 16 aprile, hanno portano in scena, con grande successo di pubblico e critica, lo spettacolo “Carmen”, (coreografia di Fredy Franzutti su musiche di Bizet, Massenet, Chabrier e Albeniz e scene di Francesco Palma) su invito del maestro Zhani Ciko.
Il corpo di ballo del Teatro dell’Opera è stato integrato dai solisti della compagnia salentina e l’orchestra diretta dal M° Francesco Libetta.
Oltre che per la sua compagnia, che totalizza tournée nazionali con circa 70 spettacoli ogni anno, Fredy Franzutti ha creato spettacoli per il Teatro dell’Opera di Roma (sei diversi titoli in due anni, su invito di Carla Fracci), per il Teatro Bellini di Catania, per il Teatro Parioli di Roma, per il Teatro Bolscioij di Mosca, per l’Opera di Montecarlo (due produzioni), per l’Opera di Tirana (due produzioni), per l’Opera di Sofia e per l’opera di Magdeburg, e per i Teatri di Bilbao e La Coruña.
Il mito di Fedra e la sua folle passione per il figliastro Ippolito sono raccontati nella tragedia “Ippolito” di Euripide. Fedra sposò Teseo, re di Atene che aveva già avuto un figlio, Ippolito, dal matrimonio con la regina delle amazzoni.
Per un maleficio della dea Afrodite ella si innamorò follemente di Ippolito e non riuscendo più a controllare questa sua passione decide di suicidarsi per il disonore.
Tra le diverse trascrizioni anche d’Annunzio, nel 1909, mise in scena una tragedia intitolata Fedra, rifacendosi esplicitamente al mito classico e nel 1915 andò in scena un’opera lirica, di Ildebrando Pizzetti, anch’essa col titolo di Fedra, basata sul testo dannunziano.
Il coreografo Fredy Franzutti, nel suo percorso di trasposizione di alcune delle tragedie antiche, ha creato una sua versione di Fedra in danza ispirandosi direttamente al testo di D’Annunzio e utilizzando musiche di Ildebrando Pizzetti.
Franzutti sposta la vicenda nelle ambientazioni decadenti e fastose del primo Novecento.
Le atmosfere art decò fanno da cornice alla vicenda che presenta chiari riferimenti al mondo maschilista di un regime totalitarista.
Del mito classico ne rimane invariata la trama, il carattere dei personaggi, e il concetto dell’ineluttabilità della colpa; per tanto, la passione insana, la trasgressione, la follia sono generati dal volere degli dei che deresponsabilizzano le scelte degli uomini vittime di un destino ostinato senza alcuna possibilità di salvezza.
La produzione ha debuttato, nel 2012, al teatro romano di Benevagienna – festival di cultura classica Ferie d’Augusto – e ha poi replicato con successo in diversi festival e programmi di tragedie classiche. Nel giugno 2015 Fedra replica al Teatro dell’Opera di Tirana ed è poi in tournée italiana nella stagione 2015-2016.


Pubblicità

Segnala questo articolo su Facebook Twitter e Google

    Print       Email

About the author

L' 1 Dicembre 2004, pubblica il primo numero in formato cartaceo di "Giornale Armonia", mensile d’informazione locale in distribuzione gratuita per tutto il territorio tarantino, trasformandosi successivamente in edizione on line attualmente in rete. www.giornalearmonia.it